Stai Leggendo
Il Patrimonio per il pianeta Terra
0

Il Patrimonio per il pianeta Terra

Di Manu E Roby4 marzo 2017

“Heritage for Planet Earth – Il Patrimonio per il pianeta Terra”

La 19^ assemblea della Fondazione Romualdo Del Bianco anticipa i lavori del G7
Tre giorni di confronto sul tema del viaggio e del dialogo fra culture con 300 partecipanti da 104 città, 40 sindaci e 46 Paesi da 5 continenti

Firenze, 4 marzo 2017 – Ben 300 partecipanti da 104 città, 46 Paesi dai cinque continenti e 40 sindaci per parlare del ruolo del “Patrimonio per il pianeta terra” (Heritage for Planet Earth). Si svolgerà dall’11 al 13 marzo, la 19° Assemblea Generale della Fondazione Romualdo Del Bianco – Life Beyond Tourism, con un convegno internazionale su un tema cruciale per il futuro del nostro pianeta, ovvero il Patrimonio come potente strumento di dialogo fra i popoli per una pacifica coesistenza con il dialogo. Uno straordinario strumento di conoscenza reciproca è rappresentato proprio dal viaggio, con i viaggiatori impegnati in un percorso le cui tappe sono incontro, comunicazione, conoscenza, apprezzamento della diversità e suo rispetto, attenzione per il pianeta Terra; un percorso il cui obiettivo è la Pace.
Dopo il keynote speech del presidente, Paolo Del Bianco, si aprirà un momento di approfondimento e riflessione. Questo incontro anticipa il G7 della cultura, previsto la settimana successiva, sempre a Firenze. Per la prima volta, come annunciato dal ministro Dario Franceschini, il G7 vedrà Stati Uniti, Regno Unito, Germania, Giappone, Italia, Canada, Francia confrontarsi non solo su temi strettamente finanziari, economici e di sicurezza. A Firenze si incontreranno appunto i ministri della cultura per discutere su come “dare priorità al tema della protezione del Patrimonio culturale e alla cultura quale strumento di dialogo tra i popoli”. Si tratta di un tema su cui fin dal 1991 – il giorno del colpo di martello sul piede del David – la Fondazione Romualdo Del Bianco sta sviluppando ricerche con la propria rete internazionale ed è giunta a significative conclusioni con proposte concrete per i “Piani di gestione dei Siti Patrimonio Unesco”.
Infatti con Life Beyond Tourism i siti Unesco, come Firenze, vengono indicati quale eccezionale strategia per sensibilizzare i turisti, i residenti, gli amministratori, i vettori, gli intermediari, tutti coloro che appartengono alla filiera del viaggio, per contribuire al tema del dialogo tra culture, al rispetto della diversità, nonché a riflessioni utili per la protezione del pianeta Terra che è il primo patrimonio per garantire la vita sul globo. I turisti possono così essere trasformati da consumatori di servizi in viaggiatori riflessivi, attenti ai temi cruciali per la nostra comunità internazionale, come la salute del pianeta Terra. Una nuova offerta commerciale, un nuovo modo di viaggiare è stato avviato dalla Fondazione con il suo Modello Life Beyond Tourism con una applicazione pratica sui territori, presentata anche al Direttore Cultura UNESCO, con 300 adesioni da 46 paesi da 104 città dei 5 continenti, che per gli operatori turistici rappresenta senz’altro una nuova offerta commerciale con altra etica.
L’applicazione del Modello Life Beyond Tourism sui territori fonda le proprie radici su progetti ideati e avviati da una compagnia alberghiera subito dopo la caduta del muro di Berlino – che poi ha costituito la Fondazione – con l’esplicito plauso dell’allora soprintendente Antonio Paolucci (già ministro della cultura), poi la dottoressa Cristina Acidini, della direttrice della Galleria degli Uffizi Anna Maria Petrioli Tofani e del direttore del Dipartimento Rinascimento e Manierismo Antonio Natali, poi direttore della Galleria. Fin dagli anni ’90 la compagnia alberghiera, ha sostenuto restauri del patrimonio del territorio con vari progetti, prima “Tributo a Firenze”, poi “Art in our Hearth®”, poi “Be Part of History®”. Nel complesso sono state restaurate 24 opere agli Uffizi, alla Galleria Palatina, a San Miniato al Monte, oltre agli scavi a Somma Vesuviana affiancando l’Università di Tokyo; con il Museo di Parma dei Padri Saveriani è stato curato il restauro di un’opera “Dipinto di Arhat”. Da non dimenticare il sostanziale contributo per la riapertura del Museo Casa di Dante come ricorda la targa al suo ingresso. Sono stati tutti interventi non limitati al puro sostegno economico, ma, nello stile Life Beyond Tourism, al coinvolgimento emotivo dell’ospite. Tutto è nato da un’idea, semplice, ma non banale, condotta sotto il marchio Vivafirenze.it. Il primo esempio operativo di questa dinamica virtuosa: un portale di prenotazione alberghiera che sostiene il Patrimonio e la cultura di Firenze, grazie a un innovativo modello economico no profit, senza costi aggiuntivi per gli ospiti e per le strutture ricettive e con un grande impatto sul territorio.
L’assemblea generale Icomos del 2008, in Quebec, ha condiviso Life Beyond Tourism, poi ha sottoscritto il Memorandum di collaborazione a Parigi e nel 2014 l’ha promosso e sperimentato, beneficiando sia del suo modello, sia del suo portale di prenotazione, riconoscendone il valore nella sua Risoluzione 2014/42. Questa filosofia viene insegnata già in Giappone, in Azerbaijan e in vari altri Paesi, mentre a Firenze si sta avviando la “Scuola dei Formatori”. Dopo questi 26 anni di affermazione, come ricordano gli Uffizi, la Galleria Palatina, San Miniato al Monte, il Museo Casa di Dante, l’Università di Tokyo, vediamo con piacere la condivisione e la diffusione dell’idea a Firenze. Infatti il Florence Convention and Visitor Bureau ha sottoscritto il Memorandum d’Intensa ricevendo dalla Fondazione il Manuale di applicazione pratica del Modello. Anche l’Associazione Esercizi Storici e l’Osservatorio Mestieri d’Arte (Oma) hanno sottoscritto un accordo con la Fondazione nell’auspicio di contribuire a una collaborazione con altre associazioni analoghe in altri paesi. È un importante segno a Firenze che rappresenta la chiara volontà di fare squadra, un esempio per avviare riflessioni utili per tramandare alle future generazioni le conoscenze, ma soprattutto la volontà di collaborare nel rispetto dei reciproci ruoli e successi, per favorire una crescita del nostro territorio e della comunità internazionale in pacifica coesistenza su questo pianeta Terra con oltre 7 miliardi di abitanti.

SINDACI DAL MONDO
Alla 19° Assemblea Generale della Fondazione Romualdo Del Bianco – Life Beyond Tourism per la prima volta parteciperanno anche oltre 40 sindaci dal mondo per costruire opportunità di dialogo. Soluzioni tecnologiche permetteranno di condividere conoscenze e sviluppare sinergie anche tra le amministrazioni pubbliche, grazie alla Web App ‘DelBianco CitySmart’ presentata da ricercatori Nasa e Esa.
Questa 19° Assemblea Generale ha anche l’obbiettivo di produrre un documento finale che possa essere motivo di spunto e riflessione proprio in vista del G7. Life Beyond Tourism vuole approfondire questi aspetti, lavorando a pratiche concrete per superare un turismo “dei servizi e dei consumi” che pur arricchendo i bilanci dei territori, li impoverisce modificandoli silenziosamente e irreversibilmente nel loro contesto sociale senza una effettiva decisione popolare sul proprio futuro in una sorta di ‘navigazione a vista’.
La prima giornata dell’Assemblea, sabato 11 marzo, vedrà l’apertura del convegno e una ‘panel session’ sul tema del viaggio. Domenica si proseguirà con tre sessioni parallele su viaggio, architettura ed infine sul patrimonio e la sua fruizione per il dialogo fra culture. Il convegno sarà anche l’occasione per presentare la DelBianco CitySmart Web App, elaborata da due ricercatori, un messicano ed un brasiliano, world class students che sono orientati da NASA e ESA (Agenzia Europea per lo Spazio) in base alla World Wind Virtual Globe Technology.

Patrocini (aggiornati al 1° marzo 2017)
La 19esima Assemblea generale della Fondazione Romualdo Del Bianco – Life Beyond Tourism anche in visione del prossimo G7 vanta una lunghissima serie di patrocini. Fra i più significativi: Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero degli Affari Esteri, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Regione Toscana, Comuni di Firenze, Castelfiorentino, Reggello, Scarperia e San Piero, Comune di Pécs (Ungheria), Birgu Local Council (Malta), Città di Kyoto (Giappone), Prefettura di Yamagata (Giappone), Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani), Unwto, ICCROM, ICOMOS International, ICOMOS Russia, ICOMOS Ungheria, Otie (Observatory on Tourism in the European Islands), Satoyama Initiative, ETOA – European Tourism Association, Akademia Gorniczo-Hutnicza (Krakow, Polonia), Azerbaijan University of Architecture and Construction (Azerbaijan), Azerbaijan Tourism and Management University (Azerrbaijan), International Black Sea University (Georgia), Irkutsk National Research Technical University (Russia), M. I. Rudomino All-Russia State Library for Foreign Literature (Russia), National University of Architecture and Construction of Armenia (Armenia), Samara State University of Architecture and Construction (Russia), State Higher Vocational School in Raciborz (Polonia), Tbilisi State Academy of Arts (Georgia), Toyo University (Giappone), University of Georgia (Tbilisi, Georgia), Wroclaw University of Science and Technology (Polonia), Yegor Gaidar Foundation (Russia), Icom Italia, Università degli Studi di Firenze, Accademia dei Georgofili, Accademia delle Arti e del Disegno, Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale Unesco, AITR – Associazione Italiana Turismo Responsabile, Associazione Esercizi Storici Tradizionali e Tipici Fiorentini, Associazione per l’Agricoltura Biodinamica, CIRT – Centro Interuniversitario di Ricerca sul Turismo, Ciudades Patrimonio de la Humanidad (Spagna), CNA – Confederazione Nazionale Artigianato Piccola e Media Impresa Firenze, CNAPPC – Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, CPV – Centro Produttività Veneto, Confartigianato Firenze, Confindustria Firenze, Cnr – Consiglio Nazionale delle Ricerche, Camera di Commercio di Firenze, ENEA – Agenzia Nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, Federculture, Fipe – Confcommercio, Fondazione Architetti Firenze, Fondazione Italia Giappone, Foundation of the Valley of Palaces and Gardens (Polonia), S.I.P.B.C.- Società Italiana per la Protezione dei Beni Culturali, Marukyu Koyomaen Co. (Giappone), Unione Fiorentina – Museo Casa di Dante.

Mostre
All’interno del programma dell’Assemblea una lunga serie di incontri, alcune piccole qualificatissime mostre giapponesi e russe, presentazioni di progetti e iniziative, permetteranno di affrontare il tema “Heritage for Planet Earth” da vari punti di vista e con svariate prospettive.
Partner dell’evento sono il Centro Congressi al Duomo e il portale di prenotazione Vivafirenze.it, come sede pratica di Life Beyond Tourism.
Data la internazionalità dei partecipanti, le sessioni dell’Assemblea si svolgeranno interamente in inglese.
L’accesso ai lavori congressuali solo su invito.

http://www.lifebeyondtourism.org/evento/946

Cosa ne pensi?
Ottimo !
0%
Buono
0%
Cosi cosi
0%
Mah...
0%
Cosa?
0%
Pessimo
0%
No comment
0%
Approposito dell'autore
Manu E Roby
Manu E Roby
Siamo una coppia molto affiatata da più di 33 anni. I viaggi sono la nostra priorità. Ci piace tutto quello che è diverso culturalmente, conoscere, comprendere, rispettare. La fotografia e la lettura sono alcuni dei nostri hobby. Mettiamo molta energia in tutto quello che facciamo, anche nel semplice quotidiano. Abbiamo una gran voglia di buona vita.

Lascia una Commento