Vacanze
Stai Leggendo
Kenya Chale Island 2015
Tipo di diario
2

Kenya Chale Island 2015

Di Manu E Roby15 aprile 2015

Kenya villaggio Chale Island   FOTO   VIDEO

Kenya Chale IslandQuest’anno la nostra settimana di puro relax l’abbiamo passata in Kenya a Chale Island. Una piccola e rigogliosa isola a 600 mt dalla costa dove Hotelplan gestisce con successo un bellissimo resort, il The Sand at Chale. Per arrivarci ci vogliono 10 ore di volo da Milano, con scalo a Zanzibar, solo in andata e dopo l’arrivo a Monbasa 2 ore di bus in direzione sud, verso Diani. Volo Neos puntuale con staff sempre disponibile. Arrivati all’aeroporto, oltre al controllo passaporti, si riceve materiale informativo sul virus ebola con tanto di questionario da compilare sulla possibilità di essere stati contagiati dal virus prima di partire. Il volo è un charter da Milano, possibilità bassissime ma siamo assolutamente d’accordo con la loro politica, sarebbe stato opportuno però che al ritorno anche a Malpensa ci fosse stata la stessa procedura. Foto segnaletica, impronta 5 dita mano destra e sinistra e controllo temperatura corporea sempre per il virus, pagamento di 40 euro o 50 dollari e poi finalmente verso il mare. Il tragitto seppure lungo, offre l’opportunità di curiosare lungo le strade, dove si svolge la vita di tutti i giorni, il traffico è intenso, per questo ci vogliono 2 ore per percorrere i 60 km fino all’isola. Gli ultimi 10 km sono di sterrato e ai lati della strada molti alberi di baobab immensi, uno dei più belli e proprio alla fine della strada. Ci siamo tornati il giorno dopo con la bassa marea, restando senza parole davanti a tanta grandezza. Arrivati sulla costa per raggiungere l‘isola ci sono 2 possibilità, se c’è la bassa marea si attraversa con il trattore se invece c’è l’alta marea si va con la barca. Insolito! Arrivati, un cocktail rinfrescante e una concisa descrizione del resort con tutte le opzioni per una piacevole vacanza. Il resort è curato nei minimi particolari, le camere arredate in stile afro-arabo con i colori e i decori del legno e con tessuti lavorati a mano sono molto accoglienti. In veranda poi c’è un tradizionale letto swahili per godersi la vista del mare in una splendida Kenya Chale Islandatmosfera. Ci sono diverse tipologie di sistemazioni. Le camere standard, le tower dove c’era la nostra stanza che ci è piaciuta tantissimo e le banda, che hanno una posizione strategica in riva al mare o alla laguna, anche se il top è la suite on the rock, una camera particolarissima su uno scoglio con giardino e jacuzzi privati e una vista pazzesca come il prezzo. Era occupata !!! Beati loro…..Nelle camere non c’è la tv, perfetto, e manca la cassetta di sicurezza, ma si possono lasciare gli oggetti di valore in quella della reception. Dalle 11 del mattino alle 17 del pomeriggio per evitare sprechi in questo resort ecosostenibile, non viene erogata la corrente, ma non vi accorgerete neanche della mancanza. Il ristorante principale si affaccia sul mare e il servizio è a buffet. Si mangia discretamente, la scelta ha più tendenza internazionale che mediterranea, anche se il cuoco è italiano. C’è anche un ristorante alla carta, il Katika Ziwa e uno snack bar, Chapateria per sandwich e pizze entrambi a pagamento. I prezzi alla carta non li abbiamo visti, ma quelli della Chapateria sono accessibili. Ai pasti viene servita acqua naturale, tutte le altre bevande sono a pagamento, l’acqua gassata costa 4 euro e una bottiglia di birra kenyota 3,80 euro. Il the time è dalle 17,30 alle 18,30 ci piace molto questa pausa per poi continuare a leggere fino al tramonto. Il resort è un’ora più avanti di Monbasa, in questo modo si può godere della giornata fino alle 19,30 quando inizia a diventare buio. L’isola è molto rigogliosa e in questa piccola foresta tropicale vivono moltissime scimmie che arrivano anche a far visita in piscina. Si può visitare l’isola al suo interno accompagnati dal biologo di Hotelplan con Kenya Chale Islandtanto di spiegazioni su flora e fauna. Il mattino presto ci sono i fenicotteri e molte altre specie di volatili, quando la marea è bassa stanno a pelo d’acqua e lo spettacolo è bellissimo, cosi come quello dell’intricata foresta che creano le mangrovie. La spiaggia è piccola e bianchissima, ben attrezzata con lettini e ombrelloni, al mattino troverete le alghe che poi verranno rimosse in parte. C’è un’altra spiaggia molto bella che con la bassa marea si raggiunge camminando intorno all’isola. Qui è talmente tranquillo che sempre vengono le tartarughe a deporre le uova, al mattino si vedono le impronte lasciate sulla spiaggia e dopo 60 giorni, la schiusa e una sera abbiamo potuto assistere alla nascita di tantissime tartarughe, aiutandole a prendere la direzione del mare, visto che d’istinto seguono la luce, che dovrebbe essere quella della luna che si riflette sul mare, ma la luce più intensa è quella del resort, di conseguenza vanno dalla parte opposta. Il mare ha dei colori bellissimi, dal verde al blu e il fenomeno delle maree, che pensavamo non ci piacesse, crea invece degli spettacoli naturali incredibili. Interessanti le piccole piscine che si formano quando si ritira il mare, perché si riempiono di pesci colorati e stelle marine. Sono consigliate le scarpette e creme ad alta protezione. Ci sono solo due o tre beach boys sulla spiaggia, o meglio sotto lo scoglio al riparo dal sole e non soKenya Chale Islandno per niente invadenti, arrivano solo con la bassa marea, unico modo per raggiungere l’isola a piedi dalla costa. Di sera non c’è molto da fare se non stare sui divani in riva al mare, con la tipica brezza da vacanza o al bar ad ascoltare un po’ di musica. Sono state organizzate due serate piacevoli, una con un gruppo di ballerini acrobati che mi hanno fatto stare in ansia, perché avevo paura si facessero del male, sono stati bravissimi, l’altra con i proprietari di un rettilario di Mombasa che hanno portato serpenti e camaleonti, tra cui un boa gigante. Il resort organizza alcune escursioni, tra cui anche quella al Tsavo Est per il safari. Dura 1,5 giorno e il costo è alto e per raggiungere il parco ci vogliono 7 ore di minibus ed è per questo che noi non siamo andati, quindi non abbiamo informazioni precise da darvi, chi ha partecipato ha riferito che la struttura per dormire e mangiare era di buon livello e che sono riusciti a vedere, zebre, elefanti, una giraffa, ippopotami, un leone e un leopardo, che il trasferimento è stato lungo ma con un paesaggio molto bello. Il resort ha un centro benessere che si trova al centro dell’isola intorno al lago di acqua salata che si riempie e si svuota in base alle maree. Le salette per i trattamenti sono accoglienti e fresche, tutti i prodotti usati sono naturali e i massaggi ben fatti, il relax è totale. Insomma abbiamo passato una bellissima settimana, in mezzo alla natura con panorami mozzafiato.

Cosa ne pensi?
Ottimo !
60%
Buono
20%
Cosi cosi
0%
Mah...
0%
Cosa?
0%
Pessimo
0%
No comment
0%
Approposito dell'autore
Manu E Roby
Manu E Roby

Siamo una coppia molto affiatata da più di 33 anni. I viaggi sono la nostra priorità. Ci piace tutto quello che è diverso culturalmente, conoscere, comprendere, rispettare. La fotografia e la lettura sono alcuni dei nostri hobby. Mettiamo molta energia in tutto quello che facciamo, anche nel semplice quotidiano. Abbiamo una gran voglia di buona vita.

Lascia una Commento