Home Viaggi Diario del viaggio in Israele in macchina

Diario del viaggio in Israele in macchina

by: Turistinonpercaso
254 visualizzazioni
Israele in macchina

Viaggio in Israele in macchina, Con la Fiat Punto

Cartina del viaggio

Cartina del viaggio

Viaggio veramente duro per tanti motivi. in Israele in macchina La temperatura che ha toccato i 42°, la tensione per una situazione politica che tutti conosciamo e soprattutto perché noi abbiamo fatto questo viaggio da soli, con la nostra macchina e in campeggio visto i prezzi esagerati degli alberghi, subendo così dei controlli esagerati, lunghi e massacranti. Siamo stati trattati molto spesso non come turisti ma come indesiderati. Dobbiamo dire che Israele offre paesaggi meravigliosi, deserti splendidi e un Mar Rosso rilassante, ma la gente non ci è piaciuta anche se è da capire visto quello che sono obbligati a vedere tutti i giorni. Una cosa molto bella che abbiamo fatto è essere riusciti ad andare in Giordania per vedere Petra anche se abbiamo dovuto pagare uno sproposito di tasse per noi e per la macchina e essere stati in dogana per parecchie ore. Ma ne è valsa la pena perché Petra è davvero una delle meraviglie del mondo e i Giordani sono molto cordiali e ospitali.


Album fotografico

puoi guardare anche......

3 commenti

Walter 31 Ottobre 2014 - 1:27

io sono appena tornato da Israele. C’ero dal 15 al 30 maggio 2012 (sono di Modena e così ho evitato il terremoto): è un paese fantastico. Abbiamo preso un’auto a noleggio e da soli (in due) abbia toccato Tel Aviv, Haifa, Akko, le alture del Golan, Tsfat, lago di Tiberiade, Nazareth, Mar morto, Eilat, Petra, Mitzpe Ramon, Masada, Gerusalemme e betlemme. I prezzi degli alberghi sono stati da 80 a 100 € a notte con colazione, i pasti con 20-30 € abbiamo mangiato in due divinamente (spendevamo di più di vino che di altro). Tutti sono gentili e premurosi (non puoi aprire una cartina che qualcuno ti chiede se può aiutarti) e siamo stati fermati un’unica volta per un controllo molto blando (ci hanno chiesti solo la patente senza pretendere documenti dell’auto o passaporti. Tutti parlano inglese e le scritte sono in tre lingue (ebraico, arabo ed inglese) e volte anche in russo. Abbiamo visto una nazione giovane, con voglia di crescere e di vivere in libertà e pace. Tanti bimbi, tante mamme in attesa. Deserto, barriera corallina, il verde della Galilea con frutta, verdura e vini eccezionali. Unico problema gli orari di chiusura delle varie attrazioni (comprese le riserve naturali). DA TORNARCI

Chiara 31 Ottobre 2014 - 1:28

ciao walter, io parto ad agosto x Israele e vorrei vivermi il viaggio un po’ come l’avete fatto voi…in 2, con macchina a noleggio e con un itinerario simile. Potresti girarmi il link del posto in cui avete noleggiato l’auto? E se non ti ruba troppo tempo anche qlc alloggio non sarebbe male…grazie mille Chiara

Giuliasol 31 Ottobre 2014 - 1:29

ciao walter, io eil mio ragazzo vogliano andare in israele e giordania ad agosto. Il volo più economico arriva e parete da telaviv, pensi che ci possano essere problemi ad attraversare il confine verso la Giordania e poi ritornare per la partenza ad Israele? grazie Inoltre serve la patente internazionale? tu come ti spostavi? serve autista o possiamo viaggiare fai da te sia ad Israele che in Giordania? grazie

Lascia un commento