Viaggi
Stai Leggendo
Turchia in macchina 1996
Tipo di diario

Turchia in macchina 1996

Di Manu E Roby10 agosto 1996

Turchia in macchina diventa realtà

Cartina Viaggio Turchia

Cartina Viaggio

Partire per la Turchia in macchina da Civate è un pò da pazzi, ma una volta arrivati lì si dimenticano tutti quei chilometri e si comincia una vacanza in una terra bellissima e con un popolo così ospitale da non poterlo più dimenticare. Abbiamo girato in lungo e in largo, arrivando fino in Curdistan dove i problemi sono enormi per questo popolo senza identità, ma che accoglie i turisti, sebbene pochissimi, con un calore incredibile. Abbiamo visitato il museo del Re Antioco sul Nemrut Dagi era una meta che ci eravamo prefissati e ce l’abbiamo fatta anche se non con pochi problemi. Ma la cosa più emozionante è l’essere stati invitati ad un matrimonio curdo ed essere trattati non come ospiti ma come festeggiati. Abbiamo poi percorso tutta la costa turchese che è bellissima come il suo mare. Siamo poi andati in Cappadocia rimanendoci più del tempo a disposizione ma si stava talmente bene per il clima temperato, per il cibo, per la compagnia che si era creata che non riuscivamo a ripartire. Anche Istanbul è fantastica ci sono tante cose da vedere,la Moschea blu,Santa Sofia,l’isola dei Principi e altro ancora, poi ci si può dedicare agli acquisti nei bazar e credeteci ci sono un milione anzi un miliardo di cose da comperare da poter impazzire ( almeno per noi )!!!! La Turchia è fantastica e per la sua gente non troveremo mai superlativi sufficienti per descriverla. L’unica cosa che si può fare per capire è andare a conoscerla.

Cosa ne pensi?
Ottimo !
33%
Buono
33%
Cosi cosi
0%
Mah...
0%
Cosa?
0%
Pessimo
0%
No comment
0%
Approposito dell'autore
Manu E Roby
Manu E Roby

Siamo una coppia molto affiatata da più di 33 anni. I viaggi sono la nostra priorità. Ci piace tutto quello che è diverso culturalmente, conoscere, comprendere, rispettare. La fotografia e la lettura sono alcuni dei nostri hobby. Mettiamo molta energia in tutto quello che facciamo, anche nel semplice quotidiano. Abbiamo una gran voglia di buona vita.

Lascia una Commento