Diari Viaggiatori
Stai Leggendo
Cascate Vittoria Zimbabwe e Livingstone Zambia
0

Cascate Vittoria Zimbabwe e Livingstone Zambia

Di Cristina Randagianelmondo16 luglio 2016

Cascate Vittoria viaggio 2016

CAMBIO (aggiornato a luglio 2016)

La valuta dello Zambia è il Kwacha (ZMW)

1 EU = 10.78 ZMW, 1 ZMW = 0.0891Eu.

Ho cambiato 20 Euro in centro ricevendo 204 ZMW, quindi 1: 10.2

In Zimbabwe invece si paga tutto in USD, anche nei supermercati.

SPESE

Faccio una somma delle spese sostenute in entrambi i paesi.

Cibo : 74.60 ZMW + 28.39 USD

Trasporti: 30 USD taxi dal confine a Victoria Falls, 40 USD taxi da Victoria Falls a Livingstone, 80 ZMW taxi collettivi a Livingstone (60 a/r dal centro citta alle cascate, 20 dalla guesthouse al terminal bus.

Pernottamenti : 358 ZMW 1 notte a Livingstone, Le Patino GH, 56 USD per 2 notti a Victoria Falls, al Victoria Falls rest camp.

Escursioni: 50 USD, 30 per l’ingresso dal lato Zimbabwe, 20 per lo Zambia

Visti: 20 USD per lo Zimbabwe, 50 per lo Zambia (single entry in entrambi i casi)

Totale : 291.70 Euro circa

SPOSTAMENTI INTERNI

Non sono riuscita a trovare taxi collettivi che facessero servizio per il confine, quindi ho dovuto usare i taxi normali. I vari hotel organizzano forse navette transfer, ma essendo sola non era conveniente. Da Victoria Falls le cascate sono raggiungibili a piedi, se uno pernotta in centro, da Livingstone è necessario un mezzo, perché a piedi è troppo distante. Un taxi chiamato dalla mia pensione mi sarebbe costato 10 USD solo per l’andata, un collettivo 60 kwacha andata e ritorno. Da Livigstone alle cascate non ho avuto problemi, al ritorno sì, perché tutti volevano fregarmi.

CLIMA

Temperatura sui 28/30°C di giorno, fresca (ma bastava un pile) la mattina.

SISTEMAZIONI

Victoria Falls (Zimbabwe) – Victoria Falls Rest camp, 28 USD al giorno per una tenda permanente. Scelto perché in centro città, e perché meno costoso di tutto il resto. Le tende sono un po’ vecchiotte, ed alcune hanno le zip rotte. Ho infatti chiesto di essere spostata perché quella inizialmente assegnatami aveva parecchi problemi con le cerniere, appunto. I bagni in comune sono puliti e funzionali, purtroppo vi sono parecchie zanzare. Unica pecca: mancano le cucine attrezzate. In ogni caso, comodo, vicinissimo ai supermercati, ristoranti, negozi, e a 10/15 minuti a piedi dalle cascate. Di notte mi addormentavo cullata dal loro fragore in lontananza, bellissimo.

Livingstone (Zambia) – Le Patino Guesthouse, 358 KMW una camera molto carina con bagno. Posizione comoda al centro, a 3 isolati dal museo Livingstone. Staff gentilissimo. Anche qui, nessuna cucina. Potevo però pre-ordinare i pasti, che poi venivano recapitati ancora caldi in piatti incellofanati. Cibo buono e abbondante. Colazione inclusa.

COMUNICAZIONI

A Livingstone nella pensione funzionava bene il wifi. Vista la breve permanenza, inutile sprecare soldi in carte sim.

CIBO

Vista l’assenza di cucine, posso capire nella guesthouse, ma in un campeggio mi sembra imperdonabile, ho dovuto cenare per 3 sere nei ristoranti.

Victoria Falls

Mama Africa, molto frequentato, con musica dal vivo, io non ho nulla da lamentarmi, con 10 USD mi sono mangiata un riso e verdure al curry, caro, ma buono. I miei compagni di safari invece si sono presi un pacco colossale, ordinando pesce grigliato, troppo cotto, rinsecchito e immangiabile.

In Da Belly, il ristorante del Victoria Falls Rest Camp, secondo molti è quello con il miglior qualità/prezzo. Servono carne di selvaggina varia, orice, facocero, ecc. a 14 USD, io ho ordinato pesce e mi sono trovata bene.

Livingstone

La mia pensione non aveva il ristorante, ma proponeva comunque una lista di cibi a prezzi ragionevoli. Con qualche ora di anticipo ho ordinato un pollo al curry e puré, specificando l’ora in cui volevo fossero pronti. Mi hanno servito le portate in piattoni incellofanati, tutto saporito e ottimo. 65 ZMW

SHOPPING

Dopo i prezzi folli del Botswana si comincia a ragionare.

Victoria Falls: i vari negozi sono troppo cari per i miei gusti, ho fatto quindi acquisti nei vari bugigattoli in zona Elephant Walk. I venditori sono assillanti, tutti vorranno trascinarvi a vedere la loro merce, promettendo che la loro è la più economica. In un caso ho rasentato il sequestro di persona. Contrattare e contrattare

 Mappa

Livingstone: tanta scelta al mercato del Mukuni Park. Qui finalmente sono riuscita a trovare stoffe africane da usare come tovaglie a 4 USD. I venditori sono insistenti, ma non pesanti come a Victoria Falls. Anche qui bisogna contrattare.

 Mappa

Assolutamente. E’ il motivo per cui ho deciso di spingermi nuovamente nell’Africa Australe dopo essere stata in Sudafrica 18 anni fa. Attorno alle Cascate Vittoria ho costruito tutto il resto del viaggio. Un’emozione incredibile. Addormentarsi sentendo il fragore delle cascate non ha prezzo.

ORGANIZZAZIONE DEL VIAGGIO

Fortunatamente c’è poco da organizzare. Per non rischiare ho prenotato in anticipo le sistemazioni.

FREGATURE / CRIMINALITA’/ SECCATURE VARIE

Victoria Falls è oggi assolutamente tranquilla. Come dicevo venditori assillanti, e taxisti furbetti. Attenzione ai babbuini, molto aggressivi dal lato Zambia delle cascate, non date loro da mangiare e non portatevi nessun cibo appresso. Sul versante Zimbabwe invece non ve ne sono, mi hanno detto che li hanno sterminati.

ESCURSIONI

Ecco i prezzi di alcune delle attività a corollario. Volo in elicottero 15/30 minuti 150/285 USD. Volo in ultraleggero 15/30 minuti : 180/360 USD. Crociera al tramonto 55 USD. Crociera+cena 70 USD. Rafting 150 USD (dalle 8 alle 14.30). Canoa stesso prezzo. Zip line 70 USD. Altalena sulla gola 95 USD. Canopy tour 53 USD. Bungee Jumping 160 USD. Altalena dal ponte 160 USD. Game drive 100 USD. Game walk 100 USD. Night game drive 140 USD. Chobe game drive 170 USD. Hwange day trip 300 USD. Passeggiata cavallo 85 USD. Passeggiata sull’elefante 150 USD (da evitare). Passeggiata coi leoni 150 USD (non fatela, vi prego). Nella maggior parte dei casi, oltre ai prezzi indicati si paga anche la tassa d’ingresso al parco 15 USD

Chiuse le Devil’s Pools, ancora troppo alto il livello dell’acqua. In ogni caso, erano altri 100 USD circa

CONSIGLI PER LA VISITA

Cartina

Ecco la mappa, fornita dall’ufficio turistico di Livingstone

Alcuni dicono che le cascate dal lato Zimbabwe sono più da vedere, e dal lato Zambia più da vivere. A me è piaciuto di più il lato Zimbabwe, dal lato estetico. Alcune considerazioni sul lato Zambia. Il fronte ammirabile dai sentieri percorribili è sicuramente minore, e minori sono i belvedere. Come in Zimbabwe, è permesso soltanto muoversi sul lato frontale rispetto alle cascate, arrivando sino ai bordi (bordo sinistro Zimbabwe, bordo destro Zambia, avendo il getto d’acqua davanti, come nella mappa). Il fronte opposto, quello ossia del fiume, appartiene allo Zambia, è qui che si trova la famosa Livingstone Island e le varie pozze d’acqua, inaccessibili secondo i cartelli di divieto. Sono infatti previste multe per chi attraversa sui sassi nel questo punto che vedete inquadrato nella foto sottostante. Visto così com’è può sembrare facile, ma è comunque pericoloso

Vedrete sicuramente delle persone che richiameranno la vostra attenzione, dalla riva opposta, proponendosi come guide. I rangers del parco dicono che verrete multati se accettate i loro servigi. Ho anche sentito dire che costoro inizialmente chiedono una cifra esigua per accompagnarvi in giro, dopodichè ad un certo punto vanno al rialzo, minacciando di piantarvi in asso se vi rifiutate di rimpinguargli il portafoglio.…

Ho passato tutto il giorno, dalle 10 al tramonto alle cascate in Zimbabwe. Si può comunque fare in minor tempo. La luce è migliore nel pomeriggio. e dalle 14 si vedono anche dei bellissimi arcobaleni. In Zambia ho invece trascorso solo un paio di ore, dalle 10 alle 12

Album fotografico

Cosa ne pensi?
Ottimo !
50%
Buono
50%
Cosi cosi
0%
Mah...
0%
Cosa?
0%
Pessimo
0%
No comment
0%
Approposito dell'autore
Cristina Randagianelmondo
Cristina Randagianelmondo
La mia formula è fai da te, mezzi pubblici, low budget. In genere prenoto solo il volo aereo, e poi mi arrangio sul posto. Titoli di studio acquisito in anni di vagabondaggi: laurea in stradologia, specializzazione in randagismo avanzato.

Lascia una Commento